::: Assistenza incidenti

Home Page >Assistenza Incidenti

 

Sì:: Ecco cosa fare in caso di incidente

 

 

Raccogliere i dati o compilare il modulo CID (come compilare il modulo CID).


> Consegnare il CID al vostro Agente o meglio al Carrozziere


Portare la vettura in carrozzeria o telefonate presso la nostra Azienda ci incaricheremo Noi del recupero.


Il Carrozziere, convocherà il Perito, insieme concorderanno le ore necessarie alla riparazione con il tempario ANIA e le moltiplicheranno per l’importo che spetta a tale Carrozzeria.
Dopo aver definito l’importo, compileranno Insieme e firmeranno il modulo Accordo Conservativo.


Ritirate la vostra vettura riparata e decidete se pagare il Carrozziere ed andare ad incassare l’assegno presso l’Assicurazione nei giorni in cui è presente Il Liquidatore.


Oppure senza pagare nulla, per danni fino a 15 milioni, Firmare il modulo ”Accordo Conservativo” Autorizzando il vostro Carrozziere ad incassare la somma.


Prima di fare riparare la Vostra auto tenete presente che:


Tra gli investimenti che avete il piacere di fare la vostra auto occupa un posto preminente. E’ importante preservare il suo valore e la vostra sicurezza facendola riparare in modo professionale.


E’ un azzardo stupido guidare un'auto che potrebbe essere insicura a seguito di un incidente; nulla può giustificare l’abbassamento dello standard di sicurezza garantito dal Costruttore.


Scegliete sempre un’Azienda di autoriparazione ben attrezzata e con personale qualificato per ogni ciclo di riparazione completo.


E’ possibile che alcune compagnie di assicurazione Vi chiedano di far visionare la vostra auto presso un loro centro prima di farla riparare; potete anche farlo, tenete però sempre presente la tutela del Vostro investimento e della Vostra sicurezza.


Meglio sarebbe per Voi chiedere alla compagnia di assicurazione che la vettura venga visionata presso il Vostro riparatore di fiducia e demandare a lui l’onere di tutelarVi.


La Legge non Vi obbliga ad aderire alla richiesta della Compagnia di assicurazione; la Legge Vi tutela dandoVi la facoltà di accettare la stima dei danni effettuata dall’assicurazione oppure di ricorrere per Vostro conto a far stimare i medesimi.


E’ un Vostro diritto rivolgerVi al vostro riparatore di fiducia; nessuna compagnia di assicurazione Vi dà delle garanzie sulle riparazioni che dovete effettuare; la compagnia di assicurazione si limita a proporVi un risarcimento dalla stessa ritenuto equo.


Differenti valutazioni di uno stesso danno possono succedere. La compagnia di assicurazione non può obbligarVi a fare eseguire le riparazioni in un luogo diverso da quello da Voi liberamente scelto.


Dopo aver scelto un’Azienda di autoriparazione ben attrezzata e con personale qualificato, chiedete sempre l’impiego di ricambi originali e/o omologati e il rilascio della garanzia sulle riparazioni effettuate.


LasciateVi aiutare dal vostro riparatore nella valutazione e nella trattativa per il rimborso dalla compagnia di assicurazione, questo porta a risultati migliori.


PERCHE’ NON E’ SEMPRE NECESSARIO ESSERE IN POSSESSO DI UN PREVENTIVO PRIMA DI UN INCONTRO CON IL PERITO DELL’ASSICURAZIONE


Il Perito determina il costo di una riparazione rapportando due fattori:
Il tempo necessario all’intervento, che per la maggior parte dei casi è codificato e quantificato in ore lavorative con il tempario ANIA delle assicurazioni.


Il costo orario della manodopera che, secondo l’accordo ANIA prevede tariffe diverse che variano da Carrozzeria a Carrozzeria Tali differenze esistono perché le Compagnie hanno diviso le Carrozzerie in base alla loro capacità tecnologica, ovvero per la loro dimensione, per il numero degli addetti, la superficie occupata, le attrezzature impiegate, la qualità ed il costo dei prodotti usati per le riparazioni, e gli investimenti effettuati.


Tutto ciò fa comprendere che il costo di una riparazione varia a seconda della Carrozzeria che la effettua.

Consigli utili In caso di sinistro


Premesso che occorre avere sempre a bordo:


- La carta di circolazione;
- Il certificato di assicurazione;
- Il contrassegno di assicurazione;
- La patente di guida valida;
- Se vi trovate all'estero, la Carta Verde (è necessaria in alcuni paesi);
- Il Modulo Blu di "Constatazione amichevole di incidente" CID (averlo appresso non è obbligatorio ma è una buona abitudine

 

 

Ogni sinistro va denunciato all'Agenzia cui é assegnata la polizza, oppure alla Direzione della vostra Compagnia d’Assicurazione.

Per la denuncia:
utilizzare il Modulo Blu (Constatazione amichevole d'incidente) CID, unico modello di denuncia riconosciuto ufficialmente dalla legge (art. 5 Legge 39/77);
raccogliere le generalità di eventuali testimoni, di eventuali feriti, e di coloro che sono rimasti coinvolti nell'incidente;
segnalare gli eventuali interventi da parte delle Autorità (Carabinieri, Polizia, ecc.) precisando le contravvenzioni elevate;
indicare il luogo dove sia possibile accertare i danni subiti dal veicolo;
inviare alla vostra Compagnia d'Assicurazione le eventuali successive richieste dei danneggiati e i documenti delle Autorità.


La denuncia va fatta entro tre giorni (art. 1913 C.C.). Se possibile é meglio anticipare. Per la denuncia utilizzare il Modulo Blu e compilarlo in tutte le sue parti.
In alternativa


Descrivere dettagliatamente il sinistro, indicando:


nome, cognome e indirizzo dell'Assicurato;


numero di polizza;


numero patente e scadenza validità;


estremi dei veicoli coinvolti;


nome, cognome, indirizzo e numero di patente di chi era alla guida del veicolo;


giorno, luogo e ora dell'incidente;


generalità dei danneggiati e natura dei danni;


danni riportati dall'Assicurato;


generalità di eventuali testimoni;


narrazione particolareggiata dei sinistro.


Inoltre nel caso vi sia un tamponamento tra più veicoli prendete i dati del veicolo che vi precede anche se questo veicolo non ha subito danni poiché la compagnia di assicurazione non vi riconosce i danni


Per ottenere un più rapido risarcimento dei danni é consigliabile
presentare la denuncia in modo tempestivo;
fornire una descrizione dettagliata e completa del sinistro;
allegare tutti i documenti fiscali, giudiziari e medici;
indicare sempre il luogo in cui sia possibile accertare i danni subiti dal veicolo;
utilizzare il Modulo Blu CID.


Scrivere una raccomandata r.r. di richiesta di risarcimento danni alla compagnia che deve pagare, poiché solo dalla data della suddetta la compagnia di assicurazione, per legge, deve pagarvi entro 60 giorni,nel caso di soli danni materiali e/o lesioni alle persone guarite entro 40 giorni dal sinistro (che non comportino invalidità permanenti),oppure nel caso di soli danni materiali, con il modulo blu firmato da entrambi i conducenti, entro 30 giorni dalla ricezione della raccomandata.

 

 

 

 











Preventivo gratuito

Torna Sopra